immagine memini me ridotta.jpg

MEMINI ME RICORDAMI

Il femminicidio di Giuseppina Fumarola a Villa Castelli

Giuseppina Fumarola, 47 anni, veniva uccisa dall'ex compagno Vito Sussa, 52 anni, la mattina del 1º settembre 2022 a Villa Castelli, in provincia di Brindisi dove entrambi risiedevano.

Giuseppina Fumarola

Giuseppina si recava al lavoro in un'azienda tessile di Villa Castelli dove era impiegata da molti anni, l’ex compagno armato di fucile le stava tendendo un aguato, a pochi metri dall'ingresso dell'edificio le sparava diversi colpi ferendola a morte, poi si allontanava raggiungendo a piedi la sua abitazione, non molto distante dal luogo del delitto. Le colleghe della vittima allertarono i soccorsi e le forze dell’ordine. I sanitari non poterono far nulla per la donna ormai priva di vita e soccorsero alcune sue amiche che erano in forte stato di shock. Quando i Carabinieri si recarono presso l’abitazione di Vito Sussa lo trovarono impiccato nel garage. Si era suicidato. La signora Fumarola era madre di due figli adulti, nati da una precedente relazione con un altro uomo. Da circa un anno aveva intrapreso una nuova relazione con Sussa, ma negli ultimi tempi i due si erano lasciati, Giuseppina avrebbe confidato ad alcuni amici e familiari di non essere serena per il fatto che il suo ex abitava a pochi metri di distanza da luogo di lavoro, non furono fatte però segnalazioni o denunce per violenze, maltrattamenti o episodi di stalking. Secondo gli inquirenti che indagavano sul caso, il gesto dell'uomo sarebbe scaturito dalla mancata accettazione della fine della relazione con la donna.