immagine memini me ridotta.jpg

MEMINI ME RICORDAMI

Il femminicidio di Valentina Di Mauro a Cadorago

Valentina Di Mauro, 33 anni, veniva uccisa nella mattinata del 25 luglio 2022 nella abitazione dove risiedeva a Cadorago, comune in provincia di Como.

Valentina Di Mauro

I vicini di casa della vittima, all'alba si svegliavano dalle forti grida provenienti dall'appartamento dove la donna conviveva insieme al compagno e chiamavano i soccorsi. Marco Campanaro, 37 anni e Valentina Di Mauro convivevano e la loro relazione andava avanti da più di due anni. Lei era originaria di Bizzozero, un rione della città di Varese, nel 2020 si era trasferita nel Comasco per stare accanto al fidanzato.

Le forze dell’ordine, che giungevano sul posto, rinvenivano il corpo senza vita della trentatreenne, cui erano state inflitte numerose ferite d'arma da taglio, e il compagno della vittima con le mani e gli indumenti sporchi di sangue. Campanaro veniva arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri, accusato dell'omicidio della convivente. Dinanzi ai militari non ha opposto resistenza e si è consegnato.‍

Le motivazioni che avrebbero spinto l’uomo a commettere l’atroce delitto sono da individuare nella gelosia di lui e nella convinzione che la donna lo tradisse. Così all’alba svegliava la compagna e la accusava di tradimento generando una discussione che culminava nella violenta uccisine della donna aggredita a coltellate, oltre dieci i fendenti inflitti nel corpo di Valentina. Non ci sarebbero stati, in passato, segnali di maltrattamenti o violenza domestica. Campanaro è stato condotto in carcere. Nei giorni successivi, nell'interrogatorio di garanzia di fronte al giudice per le indagini preliminari, l'uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nei suoi confronti è stata convalidata la custodia cautelare. La Procura successivamente disponeva una perizia psichiatrica.